Informazioni

S.B. PREFABBRICATI S.r.l.

Via Bresciana C/da Canalotto S.N.

91022 Castelvetrano (TP)

Tel. 0924.902852 Fax 0924.44932

Pec: s.b.prefabbricatisrl@pec.it

E-mail: sb.prefabbricati@virgilio.it

P.Iva: 02352430819

Social Networks

Share |

Fosse settiche in c.a.v. prefabbricate tipo Imhoff

fossesettiche

Le Fosse Imhoff vengono utilizzate per chiarificare liquami di tipo biologico provenienti dagli scarichi di comunità abitative (o similari) quali: civili abitazioni, alberghi, ristoranti, scuole, convitti, collegi, fabbriche, uffici, ecc.

Tali fosse settiche costituiscono il primo esempio della tecnica depurativa di impianti compatti di tipo combinato, tanto è vero che il brevetto originale di Imhoff, creatore dell’arte della depurazione delle acque di scarico, risale al 1904.

Le Fosse Imhoff  sono realizzate in conglomerato cementizio e dotate di coperchio in cls. Esse presentano due botole: una per la pulizia e una per il controllo. Siano esse di pianta rettangolare (grandi utenze) o circolare (piccole utenze), si compongono di due comparti sovrapposti ed in comunicazione idraulica tra di loro: sedimentazione e digestione.

Le fosse dovranno trovare ubicazione esterna ai fabbricati e dovranno distare almeno 1 metro dai muri di fondazione, e non meno di 10 metri da pozzi, condotti e serbatoi destinati ad acqua potabile.

Le capacità delle varie fosse Imhoff ed il loro funzionamento rispondono alle Norme Tecniche Generali sulla natura e consistenza degli impianti di smaltimento sul suolo o in sottosuolo di insediamenti civili ( Decreto Legislativo n. 152 del 03.04.2006 recante disposizioni per la tutela delle acque  dall’inquinamento e recepimento della direttiva 91/271/CEE).

Share |

Impianti di prima pioggia

impiantiprimapioggia

Gli impianti di prima pioggia sono presenti nelle aree  produttive: industriali, artigianali,  commerciali; nelle nuove urbanizzazioni e nelle stazioni  servizio di carburanti; vengono utilizzati per le acque piovane provenienti da piazzali adibiti a deposito/stoccaggio di materiali inerti, da aree di sosta per camper, depositi carburante, aeroporti, aree portuali/darsene e fognature in genere.

Le acque di prima pioggia  sono costituite dalle acque meteoriche di scorrimento superficiale  defluite nei primi istanti di un evento di precipitazione e scorrimento superficiale  e caratterizzate da elevate concentrazioni di sostanze inquinanti , spesso addirittura superiori a quelle registrate negli stessi reflui in condizioni ordinarie. Gli impianti, progettati secondo la normativa, hanno la specifica funzione di trattare le acque meteoriche di dilavamento delle superfici scoperte, in relazione alle attività svolte, al fine di smaltirle in un corpo idrico superficiale o nella fognatura comunale.

Schema tipo: Sedimentazione –Accumulo -Rilancio

Share |

Disoleatori

disoleatori

I disoleatori vengono impiegati per la separazione di oli minerali (ed idrocarburi in genere) dalle acque di scarico di autorimesse, officine meccaniche, soccorso stradale, autodemolizioni, carrozzerie, centri commerciali, parcheggi coperti e scoperti, autosaloni, saloni di esposizione veicoli, distributori di carburanti, autolavaggi, aree produttive industriali e artigianali, aree adibite a piazzali per il deposito stoccaggio materiali e garage.

L’impianto è costituito da una vasca prefabbricata monoblocco in calcestruzzo armato vibrato a pianta circolare o rettangolare. Esso è conforme alla norma UNI EN 858-1:2005 oltre ad essere completo di dispositivo di chiusura automatica otturatore a galleggiante in acciaio inox AISI 304.

Le dinamiche di funzionamento di un disoleatore sono le seguenti: all’interno della vasca le particelle di grassi, oli minerali e idrocarburi (non emulsionati) si separano dall’acqua per gravità e differente peso specifico, raccogliendosi in una frazione dell’impianto per essere successivamente inviate allo smaltimento. Le micro particelle oleose, sfuggite al trattamento primario, verranno “catturate” da uno speciale filtro a coalescenza che le aggregherà tra di loro non permettendone la fuoriuscita allo scarico.

Share |

Degrassatori

degrassatoriverticale

I degrassatori sono indicati per separare gli oli ed i grassi di origine animale e vegetale dai reflui provenienti da ristoranti, bar, mense, pasticcerie, macellerie, attività ittiche e in tutte quelle attività di lavorazione , trasporto, vendita e somministrazione di prodotti alimentari.

I degrassatori conformi alla norma UNI EN 1825-1 vengono installati a monte di trattamenti primari (vasche Imhoff) o di quelli biologici, oppure direttamente presso le utenze  responsabili dei maggiori scarichi di oli e grassi animali, vegetali, nonché  detergenti. La loro rimozione risulta necessaria prima dell’immissione in un qualsiasi corpo idrico naturale per evitare gli effetti negativi che provocano sia alla flora che alla fauna.

I gas biologici, prodotti dalla fermentazione, si liberano dagli  sfiati  posti  lateralmente al foro di entrata, i quali dovranno essere sempre collegati e portati sul tetto.

I degrassatori idrostatici , realizzati in monoblocco monolitico prefabbricato di c.a.v. e completi di copertura con botole per l’ispezione anch’esso in c.a.v., presentano un foro in PVC di entrata, un foro di uscita e le paretie.

Share |

Impianti ossidazione totale fanghi attivi

impiantiossidazione

Il sistema per il trattamento delle acque reflue è a servizio di: abitazioni, attività turistiche, ristoranti, scuole, piccoli centri abitativi, ospedali ed altre attività non servite da fognatura.

L’impianto è costituito da vasche in monoblocco prefabbricate in c.a.v., ognuna delle quali svolge una fase del processo di ossidazione (equalizzazione -  sgrassatura, ossidazione e sedimentazione), pozzetto d’entrata ed uscita, fori d’ispezione, tubazioni interne, diffusore, ricircolo fango, soffiante a canale laterale, quadro elettrico con accensione temporizzata giornaliera regolabile, comandi per la gestione manuale del sistema e vasca d’accumulo. Conforme al D.lgs 152/06 recante disposizioni in materia di tutela della acque dall’inquinamento.

Share |